vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Applicazioni industriali dei plasmi

Il gruppo è attivo da molti anni nella simulazione, caratterizzazione, progetto e diagnostica di sorgenti di plasma per applicazioni industriali in vari settori, quali la metallurgia plasma, la sintesi di nano materiali, il trattamento di materiali metallici e ceramici, il taglio e la saldatura di materiali metallici, le applicazioni di smaltimento e riutilizzo di rifiuti, la progettazione, la caratterizzazione e il test di sorgenti plasma a bassa temperatura per applicazioni di tipo biologico.

Il gruppo ha una consolidata esperienza nelle applicazioni industriali dei plasmi, maturata in quasi venti anni di ricerca nel settore.

Molte attività di ricerca hanno riguardato e riguardano processi assistiti da plasmi termici (T=10-30kK), per applicazioni nel taglio e nella saldatura di materiale metallico, nell’inertizzazione di rifiuti pericolosi, nella sferoidizzazione di polveri metalliche e ceramiche, nella sintesi e deposizione su substrato di materiali e nella sintesi di materiali nanometrici. L’approccio di ricerca che caratterizza le attività del gruppo integra tra loro studi fondamentali sui plasmi con attività di diagnostica e simulazione con il fine del progetto e/o dell’ottimizzazione di strumenti e processi.

Altre attività di ricerca riguardano i plasmi non termici a pressione atmosferica (T minore di 40°C), con particolare interesse per le loro applicazioni biologiche: sterilizzazione di alimenti e strumenti da laboratorio, sterilizzazione delle acque, conservazione di manufatti di valore storico, biocompatibilizzazione di superfici, coagulazione del sangue, applicazioni odontostomatologiche, oncologiche, dermatologiche ed estetiche. In dotazione al laboratorio del Gruppo Applicazioni Industriali dei Plasmi sono, in questo settore, varie sorgenti di plasma per applicazioni biomedicali, sia di tipo commerciale sia sviluppate autonomamente. Oltre a strumenti per la diagnostica dei plasmi: sistemi di tipo Optical Emission Spectroscopy (OES) per determinare la composizione e la temperatura del plasma; di tipo High Speed Cameras (HSI) per la visualizzazione e la ricostruzione del plasma anche in fotografia Schlieren, per lo studio dei fenomeni fluidodinamici.

Documenti

Contatti

Prof. Dario Croccolo

Direttore CIRI MAM

Viale Risorgimento, 2

40136 - Bologna